ATCL Magazine | Conversazione con Paola Quattrini e Vanessa Gravina
2504
post-template-default,single,single-post,postid-2504,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.0,vc_responsive

Conversazione con Paola Quattrini e Vanessa Gravina

Due attrici di generazione diverse, in comune un inizio precoce, anzi precocissimo. Per Vanessa Gravina una pubblicità nel mitico Carosello a 6 anni di età, per Paola Quattrini un laboratorio teatrale addirittura a 4 anni, un gioco, ma da lì una carriera intensissima tra teatro, radio, cinema, televisione. Sono loro le protagoniste dell’incontro con gli studenti del Liceo scientifico Touschek di Grottaferrata. Si raccontano senza remore: dai loro inizi precoci alla terapeuticita’ del teatro, rispetto ad esempio alla timidezza, quando ci si nasconde nel personaggio e la maschera protegge. Ed ancora il lavoro sulla memoria, le pericolose aspettative di certi genitori, l’importanza di incontri come questo.
La conversazione però si trasforma molto naturalmente in un autentico laboratorio teatrale. Paola Quattrini e Vanessa Gravina passano a sedersi in platea per assistere alle performances di alcuni studenti del gruppo teatrale della scuola. Le due attrici dispensano suggerimenti e indicazioni a iosa, con grande generosità, a 360°: sui ritmi, l’importanza e la gestione delle pause, delle mani, la postura, la dizione.
Sarà soltanto un breve arrivederci, la commedia “Queste pazze donne” che vede protagoniste le due attrici sta arrivando a Frascati.

Conversazione con Paola Quattrini e Vanessa Gravina

-interviste