ATCL Magazine | Donchisci@tte
2816
post-template-default,single,single-post,postid-2816,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.0,vc_responsive

Donchisci@tte

 

 

Conversazione con Stefano Fresi e Alessandro Benvenuti.

“Don Chisci@tte” è liberamente ispirato a “Don Chisciotte della Mancia” di Miguel de Cervantes, del resto lo annuncia il titolo stesso. Il carattere @ in particolare svela l’intento dello spettacolo di Nunzio Caponio, adattato e diretto da Davide Iodice, interpretato da Alessandro Benvenuti e Stefano Fresi. I mulini a vento del romanzo popolarissimo in tutto il mondo contro i quali combatte Don Chisciotte (Benvenuti) sono sostituiti da un mondo che degenera sempre più ossessivamente nel virtuale, il nemico sono le menti malefiche delle grandi multinazionali. Sancho Panza è Stefano Fresi, che con il collega forma una inedita e ben assortita nuova coppia comica. In questo bailamme virtuale l’Amore pur sempre esiste, è però figlio di tale deriva, infatti Dulcinea con la webcam può sparire improvvisamente a causa di un comune blackout. “Don Chisci@tte” a Roma al Teatro Golden sino al 15 dicembre, successivamente in tournée sino a febbraio 2020.

 

Don Chisci@tte.

– Davide Iodice